Pubblicato da: mrspotter | novembre 17, 2007

La mia esperienza ?

Anni fa, nel periodo più buio e difficile della mia vita, ho chiesto aiuto ad amici, associazioni, preti e medici. Chi più, chi meno, mi ha offerto un sorriso e una pacca sulla spalla nel migliore dei casi. Nel peggiore dei casi ho invece investito energie, tempo e denaro per non vedere alcun miglioramento o solo la speranza di esso. Non è disarmante ? Il buio e il vuoto dentro sono così peggiorati .

Ma la mia esperienza mi ha insegnato che continuando a cercare la risposta arriva. E così è stato.Ho trovato la rarità: una persona serena, in grado di affrontare i problemi della vita con ciò che non riuscivo nemmeno ad immaginare, LA SERENITA’. E non me ne ha solo parlato, fornendomi le solite lezioni teoriche da scrivere sul foglietto di carta. Prima si è messo in gioco lui, mi ha mostrato con la sua vita cosa fa per essere sereno. A quel punto toccava a me trovare una strada diversa da quelle note e vedere cosa succedeva, sapendo che non ero sola e che agivo nel rispetto di me stessa e degli altri. Quanta fatica per uscire dalle mie rigidità, quanto ho odiato chi, per la prima volta capendo la mia sofferenza, si stava davvero prendendo cura di me. E così ecco arrivare uno dopo l’altro i risultati: basta pillole per la tiroide; riscoperta e amore per un lavoro fino ad allora vissuto come pesante e impossibile, per cui non dormivo la notte e che mi faceva venire il vomito la mattina; scoperta della coerenza, della dignità, della gratitudine; scoperta del rispetto e del farsi rispettare come essere umano, come donna e come moglie; fiducia in me stessa e, dulcis in fundo, scoperta CHE LA VITA E’ BELLA e che, come tutti, HO INFINITE RISORSE POSITIVE DENTRO DI ME PER STARE BENE E DIFFONDERE BENE! Molte persone nel mondo, esistite o tuttora viventi, l’hanno scoperto grazie a parole, testimonianze, esperienze di vita, paure superate, coraggio e volontà di rischiare. Anch’io ho avuto questa grande opportunità. Quello che ho imparato è ciò che ho scelto di vivere. Ora, con il mio bagaglio, ho gli strumenti per andare oltre, basta volerlo.

FABIO, MI HAI AIUTATA A TORNARE A VIVERE E TE NE SARO’ SEMPRE GRATA

Annalisa

Annunci
Pubblicato da: gratoman | novembre 14, 2007

Guarire si può, basta volerlo (davvero)

Ciao a tutti, ho appreso da poco di questo blog e sono felicissimo di poter aggiungere anche la mia esperienza personale.

Ho conosciuto Fabio molti anni fa, quando ero ormai ridotto a uno straccio: da tempo infatti soffrivo di una forma di gastrite che i vari specialisti  e i numerosi esami del caso avevano sentenziato come cronica, che tradotto in soldoni significa “ce l’hai e te la tieni per il resto dei tuoi giorni, se proprio non resisti prendi queste medicine che ti alleviano un po’ il dolore…”. Come se non bastasse, ultimamente ero vittima di attacchi di panico sempre più frequenti che tenevo allegramente sotto controllo con degli ansiolitici. Avevo una marea di altri problemi, ma direi che già questi possono bastare. Niente male per un ragazzo di trent’anni, non è vero? Ero veramente frustrato: se già adesso sono ridotto così – pensavo – chissà cosa mi aspetta dopo!

E qui entra in gioco Fabio: grazie a lui in pochissimo tempo (parlo di giorni, non mesi o anni) la gastrite è scomparsa, e così pure gli attacchi di panico. Miracolo? NO! Semplicemente, parlando e dandomi informazioni su come comunicare meglio con me stesso e con gli altri, mi ha aiutato a capire quali erano le cause profonde che li avevano generati. Sembra incredibile, ma in realtà è molto più semplice di quanto possiate pensare. Va detto che la mia “guarigione” è passata attraverso un percorso di crescita e consapevolezza per niente facile, ma posso garantirvi che ne è valsa la pena. Frequentandolo sono rinato come persona, come marito e come imprenditore di me stesso.

Ho imparato cosa significano realmente parole come coerenza, onestà, rispetto, gratitudine, e quanto sia difficile vivere in un mondo dove questi valori sono sempre più dimenticati per far posto a rabbia, invidia, ipocrisia, ecc.

Ho imparato che nella vita ciascuno di noi si costruisce le propria Verità, spesso stravolgendo la realtà soltanto per giustificare un proprio comportamento o una convinzione: una mela è sempre una mela, ad alcuni piace e ad altri no ma lei è sempre la stessa mela. Ho sempre presente un detto che secondo me spiega benissimo uno degli aspetti del comportamento umano: “Quando la realtà si scontra con una rigida convinzione, è la realtà a perdere”. A me è successo spessissimo, ma ci sto lavorando.

Siamo ai saluti, e vi confesso che l’idea di avere uno pseudonimo non mi piace affatto: l’anonimato dà spesso grandi vantaggi, e non mi interessa averne; non ho nulla da nascondere, semplicemente un’esperienza da raccontare. Chiunque volesse informazioni in merito può chiamarmi al 3386930100, io sono Marco.

Auguro tanta fortuna a questo blog e a chi sa ancora usare il cuore, di nuovo ciao a tutti.

Pubblicato da: bamab | ottobre 28, 2007

GRAZIE FABIO!!!

Buongiorno a tutti, e grazie a “hoeg” perche´ mi da´ lo spunto per poter ringraziare pubblicamente Fabio Guariento per avermi aiutato ad uscire da una situazione di gravissimo disagio in cui all´eta´ di 32 anni mi ero ritrovato.
Le cose positive che lui ha fatto per me sono tante, quanti i momenti passati assieme a lui… per i quali gli sono grato, perché mi sono sempre sentito rispettato.
Gli sono grato perché mentre l´Analista che ho frequentato per anni mi aveva definito “psicotico maniaco depressivo” (mi ero “guadagnato” il soprannome “Psycho” e le persone mi evitavano) Fabio mi ha accolto trattandomi da Essere Umano; e una tra le prime cose che lui ha fatto per me è stato aiutarmi a capire che mia madre MI HA SEMPRE AMATO, NEL MIGLIOR MODO CHE LEI ERA IN GRADO DI FARE.
Io avevo sempre odiato mia madre perché convinto che lei non mi avesse mai amato e ho sempre covato dentro di me una rabbia enorme che mi ha portato ad essere poi classificato “Psicotico maniaco depressivo”.
Mi presento con un testo che ho spedito ad un blog sulla “Psicosi maniaco depressiva”.

A presto

bamab

La mia personale esperienza…

“Ciao a Tutti,

scrivo a questo forum perché io “ERO” PSICOTICO MANIACO DEPRESSIVO (così la cosiddetta “scienza” nella sua INFALLIBILE DIAGNOSI mi aveva catalogato) o meglio, poi ho capito che semmai “AVEVO COMPORTAMENTI” che gli psicologi-psicanalisti-psichiatri per il momento (in attesa di nuove classificazioni ancor più all’avanguardia delle attuali) catalogano nella categoria “PSICOTICO MANIACO DEPRESSIVO”: sono “GUARITO“ e, quel che è più bello, SENZA PSICOFARMACI, solo con le CHIACCHERE… sì, avete letto bene: SOLO CON LE CHIACCHERE e UN PO’ DI QUEL QUALCOS’ALTRO che finora nessuno stra-laureato stra-esperto psicologo-psicanalista-psichiatra mi ha dato, tanto erano PRESI E ATTENTI A SE STESSI (nella loro cosiddetta “scienza” con tanto di laurea e con l’altrettanto allegata e stra-sbandierata “iscrizione all’albo”), ma molto ATTENTI A ME (IL MATTO PERICOLOSO) se si trattava di non perdere me come cliente o di PARARSI IL CULO per proteggersi dal pazzo che poteva diventare improvvisamente ed imprevedibilmente furioso e pericoloso!!! Non dico che tutti siano così, ma questa è stata la mia esperienza finora.

Mi chiamo Andrea (non è il mio vero nome, questa è l’unica “bugia” che vi racconto: tutto il resto corrisponde alla Verità), ho 34 anni, e la cosiddetta “psicosi maniaco depressiva” non mi ha impedito di LAUREARMI in una facoltà molto difficile e impegnativa (tra l’altro proprio in piena cosiddetta “psicosi maniaco depressiva”).

Ho letto le Vostre lettere ed ho sentito la Vostra DISPERAZIONE, che mi ricorda molto la mia quando mi sentivo PERSO e SENZA SPERANZA.

Anch’io soffrivo di continui stati di cosiddetta “DEPRESSIONE” e di DELIRIO, in una REALTA’ FITTIZIA creata ad hoc dai miei pensieri, che producevano aspettative, sogni in cui io, PIENO DI PAURA mi rifugiavo (e vivevo, anzi trascinavo l’esistenza, anzi MORIVO…come posso chiamarla “VITA” una situazione così tragica e disperata!) per non confrontarmi con la realtà. Per giunta, gli altri per me non esistevano: mi dicevo che esistevo solo io, anzi ero talmente pieno di me che mi consideravo un SUPER-IO (nonostante i fatti abbiano abbondantemente dimostrato proprio il contrario!) ed ero spesso compatito da tutti! …Così gli altri non esistevano, io nemmeno, tanto ero abituato a rifugiarmi in una REALTA’ VIRTUALE ed è stato inevitabile che col tempo la situazione fosse condannata a peggiorare sempre più!

Covavo dentro di me una RABBIA ATROCE, facevo paura agli altri perché oltre ad avere pensieri di SUICIDIO, io ne avevo anche di OMICIDIO. Mi ero “guadagnato” il soprannome “Psycho” per via del mio sguardo allucinato! La psicanalista che mi ha seguito per nove anni mi disse che le persone come me, negli anni settanta, venivano sottoposte ad elettroshock. Avevo visioni anche ad occhi aperti e facevo dei tremendi (ma preziosi) sogni.
Inoltre MANIPOLAVO GLI ALTRI ed utilizzavo FURBESCAMENTE tutto e tutti pur di CONTROLLARLI da tanto li temevo.

Ho vissuto in SOLITUDINE e credevo, nel mio delirio, perfino di star bene… peró TUTTI MI EVITAVANO! A maggior ragione i miei familiari: ricordo che fino a pochi mesi fa mia sorella non permetteva alle sue bambine di venire a spasso con me!

Dopo nove anni di analisi, con scarsi risultati, ho avuto la fortuna di conoscere una persona molto competente e molto UMANA, che ufficialmente si occupa di Comunicazione, di Linguistica e Pragmatica, ma che in realtà si occupa di DIGNITA’, COERENZA, COMPRENSIONE.
Con questa persona ho scoperto che IO, COME TUTTI, SONO NATO SANO!!! POI QUALCUNO, coi suoi comportamenti, HA FATTO SUCCEDERE QUALCOSA per cui ha fatto sì che in me si è fatta sempre più strada l´idea che nessuno nella mia famiglia ed al mondo mi amasse: così, a sette anni, da poco avevo imparato a scrivere, scrissi un biglietto a mia madre e glielo lasciai sul comodino; conteneva l´augurio: “Mamma quando muori? Quando ti viene un cancro?” La convinzione di non essere amato (né tanto meno di meritarmi l’amore di qualcuno o di essere in grado di amare qualcuno) è vissuta in me fino a 32 anni.
Fino a questa etá ho passato periodi di grande dolore, di “depressione”, apatico, PARALIZZATO dalle mie PAURE.

All’inizio, con l´aiuto e l´Amore della persona UMANA di cui ho parlato sopra, ho avuto il CORAGGIO di uscire dal mio guscio fittizio, ho iniziato ad AFFRONTARE LE MIE PAURE ed a FARMI ESPERIENZE cioè HO MOSSO IL CULO invece di farmi le solite masturbazioni mentali. Ho RISCHIATO, ho avuto molta paura, ma sono uscito dai miei schemi paralizzanti ed ho potuto così avere informazioni nuove e ho vissuto nuove esperienze acquisendo nuove CONOSCENZE.

Ho così scoperto che la DEPRESSIONE NON ESISTE e così sono 2 anni che HO INIZIATO A VIVERE SEMPRE PIU’! Ho stabilito relazioni con le altre Persone, ho scoperto che è addirittura PIACEVOLE RELAZIONARSI CON GLI ALTRI. Ora vado al lavoro contento di VIVERE LE SITUAZIONI che di volta in volta si presentano, perché so che dentro di me, da qualche parte, HO GLI STRUMENTI PER RISOLVERE I PROBLEMI. Anzi, più faccio esperienze, più mi si presentano nuovi problemi e, se all’inizio mi infastidisco – da un po’ di tempo non è più rabbia – per il contrattempo o per l’aspettativa delusa, poi ho scoperto come cambiare i miei pensieri e come relazionarmi con la nuova situazione.

Ho scoperto che quindi io NON ERO MALATO, ma mi mancavano solamente informazioni la cui assenza mi faceva andare “fuori di testa”, facendomi perdere in Dignità.

Ho scoperto che gli “esperti” Psichiatri e Psicanalisti che ho frequentato hanno le idee poco chiare, che il “malato”, almeno per la mia esperienza NON esiste.
Secondo la mia esperienza la definizione infausta di “Psicotico maniaco depressivo” che mi era stata data era una CONDANNA A MORTE, PER L’ETERNITA’, INGIUSTA!

Se io non sono piú “Psicotico maniaco depressivo”, PERCHÉ NON POTETE RIUSCIRCI ANCHE VOI?

Sono a Vostra disposizione nel caso voleste altre informazioni. Per oggi è tutto. Se siete interessati a saperne di più, sappiate che le cose da dirvi sono tantissime e sono contentissimo di mettervele a disposizione, in quanto desidero che anche voi possiate ritornare a VIVERE!!!!!!!!!!!!!!!

Vi voglio molto bene
Andrea

La mia mail è elefanteromano@yahoo.com”

Pubblicato da: hoeg | ottobre 26, 2007

Salve a tutti!

Prima di iniziare questa nuova avventura, mando un caloroso saluto a tutti!
Miracolo di internet: la possibilità di comunicare col mondo!
E la possibilità, con il fenomeno dei blog, di condividere le proprie esperienze!
Ciò che narrerò in questo ospitale diario elettronico è la grande fortuna che ho avuto nell’incontrare una persona veramente Speciale, in un momento in cui ormai la mia vita, nonostante la giovinezza anagrafica, stava volgendo al declino.
Solitudine, confusione, disperazione, (per usare eufemismi) non trovavano soluzione nonostante psicanalista, corsi di meditazione vari ed eventuali di cui ormai pullula ogni città, ed esperienze “spirituali” che la cosiddetta New-age profonde a piene mani dappertutto.
Non sapevo più dove sbattere la testa (non solo in senso figurato), perché le diverse esperienze accumulate erano solo sollievi temporanei e superficiali, che dietro alla distrazione di un elegante velo di sorrisi e frottole amene, permettevano ad un grande male di vivere di procedere nella sua divorante metastasi.
Fino a che… taDAAAAA!

A presto per raccontarvi tutto! 🙂
Bye!

Categorie